fbpx
Caricamento…
Per una migliore esperienza, cambia il tuo browser con CHROME, FIREFOX, OPERA o Internet Explorer.

Piste ciclabili in Italia: in quali città è più facile spostarsi in bici?

La transizione verso possibili alternative al trasporto motorizzato è sempre più impellente, anche a causa del surriscaldamento globale e del conseguente effetto catastrofico sull’ambiente – che ormai è impossibile negare. In questo scenario, uno dei più importanti investimenti che l’Italia sta facendo, è proprio la realizzazione in maniera capillare di piste ciclabili su tutto il territorio nazionale.

La situazione delle piste ciclabili in Italia

Nel Belpaese è sempre più semplice muoversi in bici, ce lo dicono i numeri e l’esperienza giorno dopo giorno. Naturalmente non è sempre stato così facile spostarsi su due ruote per lunghe tratte, e ancora oggi sono presenti forti disparità tra il Nord e il Sud d’Italia quando si parla di diffusione di piste ciclabili nelle principali città. Per citare alcuni dati ISTAT 2018, ripresi anche di recente da Will ITA, nei capoluoghi al Nord ci sono di media 56,3 km di piste ciclabili ogni 100 kmq di superficie, al Centro ce ne sono 14,8 mentre al Sud solamente 5,2.

Al fine di promuovere lo sviluppo delle infrastrutture e incentivare l’utilizzo della bicicletta, è stato pubblicato di recente il Piano Generale della Mobilità Ciclistica da 1,1 miliardi di euro. L’obiettivo di questo piano consiste nella riduzione degli squilibri all’interno del territorio italiano per abbattere quanto più possibile le emissioni legate al trasporto su mezzi inquinanti.

Negli ultimi anni, grazie ai finanziamenti governativi ed europei per lo sviluppo della mobilità sostenibile, si vedono spesso nuove piste ciclabili in costruzione a bordo strada. Inoltre, la pandemia Covid-19 ha reso ancora più evidente la necessità di migliorare la mobilità fuori e dentro le città dando più spazio alle reti ciclo-pedonali. Una delle ultime tendenze sono le “superstrade ciclabili” o “cycle superhighways”, pensate per gli appassionati del cicloturismo e per chi vuole percorrere tratte medio-lunghe. Anche grazie al Bonus Mobilità si è verificato un vero e proprio boom di spostamenti su due ruote e un aumento vertiginoso delle vendite di bici (a maggio 2020 sono cresciute del 60% rispetto allo stesso periodo dell’anno prima).

Trova bici nuove e usate in Italia

Anche gli avvenimenti più recenti – la guerra in Ucraina e l’aumento vertiginoso dei prezzi – fanno pensare che il trend continuerà in questa direzione: sempre più Italiani sceglieranno la bici come mezzo spostarsi ovunque (o quasi). Non solo perché non comporta i costi del carburante, dell’assicurazione e del parcheggio, ma anche in virtù del fatto che è un mezzo ecologico e, grazie alla maggior diffusione di piste ciclabili, è sempre più semplice sceglierlo sia raggiungere il posto di lavoro che per il cicloturismo.